Top
 

News

Tutti gli aggiornamenti

ANDAMENTO MERCATO SIDERURGICO
10/07/2017

Continua l’andamento positivo di rivalutazione dei prezzi, sia dei ferrosi che dei non ferrosi.

Questo andamento è dovuto essenzialmente a due fattori: in primis, alla svalutazione del dollaro nei confronti dell’euro, in seconda battuta all’aumento cospicuo dei prezzi in Cina dei ferrosi. Aumenti dovuti, tra le altre cose, alla flessione produttiva degli acciai per l’edilizia, settore molto attivo con una domanda interna sempre molto significante. Flessione produttiva, dicevamo, causata dalla chiusura di centinaia di acciaierie inquinanti, per volontà del Governo Cinese, in nome della salvaguardia dell’ambiente. Questo ha portato, quindi, ad un aumento repentino dei prezzi, e di riflesso, anche del minerale di ferro.

Tutto questo fermento ha di fatto dato una scossa al settore dei non ferrosi, con rame e zinco in testa, segnando quotazioni da record da tre mesi.

Con la chiusura di numerose acciaierie si presenta il rovescio della medaglia: risulta un surplus di rottame presente nel territorio Cinese, buona parte viene esportato, ma che alla lunga potrebbe avere effetti negativi sulla quotazione sia dello stesso rottame che del minerale….